blog lifestyle sport

Io, la palestra e la vecchietta con il bastone…

La Cina è fantastica. Cioè qui, realmente, il governo pensa al popolo. Hanno una strada rotta? La rifanno subito. Gli anziano non possono permettersi la palestra? Ecco che nei condomini e anche per strada trovi quelle gratuite e usufruibili da tutti. Ed è proprio di questo oggi che vi voglio parlare. Della palestra sotto casa mia. E’ noto come io non sia per niente una persona sportiva. Cioè il massimo dello sport che faccio è guidare la macchina o sfogliare un libro. Però, visto che ho la palestra gratis sotto casa e ho deciso di cambiare vita, perchè non sfruttarla. E così domenica pomeriggio, insieme con Laura, mi sono apprestata a questo momento incredibile che è stato la mia prima volta in palestra in Cina. Gli attrezzi sono di tutti i generi e ci sono anche quelli massaggiatori per fare streching. Ora, partendo dal presupposto che la signora di 65 anni che avevo di fronte aveva più elasticità di gambe di me che ne ho solo 29, vi lascio immaginare come è proseguito il tutto. Si perchè infatti in realtà quello che volevo raccontarvi non è del mio prima giorno in palestra…ma del secondo. Si perchè lunedì mi sono puntata la sveglia alle sette e mezza. Ho pensato: “faccio mezz’ora di allenamenti, torno a casa, mi faccio la doccia e alle 9 esco per andare a lavoro”. Quindi ho indossato la mia tuta nuova (sì, ogni occasione è buona per fare shopping!), le mie scarpe da ginnastica, ho preso l’ipod, una tovaglia per asciugare il sudore e sono scesa. Ero incredibilmente professionale. Sembrava che fossi nata per andare in palestra!Davanti a me, che mi allenavo sullo step, i giardinieri del condominio e qalche signora che passeggiva il cane. Ho pensato: “Beh ora faccio vedere a questi cinesi che non sono gli unici sportivi della zona”. Così con passo sostenuto ho continuato il mio allenamento cercando di mascherare il mio volto distrutto (dopo 3 minuti di step…) con un bel sorriso. Sono scesa dallo step e sono passata al vogatore, poi all’attrezzo per i fianchi (non me ne volete ma non conosco i nomi delle macchine per il fitness…), glutei, polpacci, e finalmente sono arrivata al mio punto debole (non che negli altri sia forte ma questo è l’anello mancante di una catena già malandata) gli addominali. Prima di cominciare ho dato un’occhiata ai miei spettatori. Sì c’erano tutti compresa la signora di 70 anni che il giorno prima faceva tutta la figa sulla cyclette , che mi stava guardando invidiosa.

Bene, potevo cominciare. 1, 2, 3…15..20…crack…mi sonobloccata. Un leggero dolore è cominciato a partire dalla parte bassa della schiena ed è arrivato fino al collo. Ero dolorante e immobile. Mi sono detta tra me e me: “E ora che faccio?” Ho arrancato a tentoni cercando di scendere dalla panca (che per altro è ricurva quindi non sono nemmeno tanto convinta che serva per gli addominali) e sono riuscita a scendere. La signora di 70 anni se n’è accorta…si è avvicinata…il sorriso si è spento sul mio volto. Ha capito…è finita. Mi ha preso per un braccio e mi ha dato una mano ad alzarmi…
Di solito l’uscita di scena è la mia parte migliore. Sì anche in questo caso. Perlomeno per chi guardava…! Sono tornata a casa appesa ad una tizia di 70 anni che era più in forma di me mentre i vicini mi guardavano e non ridevano per educazione. Sì, la Cina è fantastica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: